Carrello

Nessun libro nel carrello
Non ci sono libri nel carrello!
Scegli e acquista il libro che fa per te

Una lettera dal deserto


Enrico Emanuelli
Una lettera dal deserto
Collana: 60/70
ISBN: 978-88-97950-25-7
Pagine: 64
Mese/anno pubblicazione: ottobre 2015
Prezzo di copertina: 8,00 euro

Loading Aggiornamento carrello...

IL LIBRO

Perù primi anni Cinquanta. In una sperduta radura sul rio Perené un ex tenente medico dell’Esercito italiano conduce un’esistenza solitaria tra un centinaio di indios e cinquemila capi di bestiame. Si dice che lì egli abbia trovato quel che cercava. Qualcosa che sa solo lui. Scovato e interrogato da un disincantato giornalista, il trentenne racconta di una lettera. La famosa lettera dal deserto, preannunciata alla madre con due righe sibilline: “Ho visto in questi ultimi giorni molte cose sulle quali sto riflettendo. Non so nemmeno se saprò ripeterle o se sarà conveniente. Ti scriverò ancora.” Ma la lettera non sarà mai scritta, perché il di lì a poco l’ufficiale finirà catturato dagli inglesi.
Tornato a casa “dopo un anno di guerra bestiale in Libia e tre di prigionia umiliante”, il reduce si confronta con la banalità piccolo borghese dell’ambiente che lo ha riaccolto, ancorato a “pensieri sottintesi, verità stabilite, solidi punti di riferimento tramandati da generazioni.”
Poco importa quel che ha passato, tutti vogliono sapere cosa avrebbe voluto scrivere. Da lì si dipana un racconto di uomini in guerra, di veterani infastiditi dalla retorica fascista, di suore e prostitute che si abbracciano nei rifugi sotto le bombe. Fino all’ultima, cruciale vicenda che chiarirà il mistero del suo esilio.
Pubblicato da Il Saggiatore nel 1960, questo romanzo breve è una delle prove più limpide del talento di Emanuelli, la metafora del rapporto tra la vita interiore e quella esibita agli altri, sempre minacciata da “una verità piena di sorprese”.
 

Enrico Emanuelli (Novara, 1909 - Milano, 1967) è stato inviato speciale de La Stampa e dal 1963 responsabile delle pagine letterarie del Corriere della Sera, gomito a gomito con Eugenio Montale. Oltre a libri-reportage come Il pianeta Russia e La Cina è vicina, ha pubblicato romanzi come La congiura dei sentimenti, Uno di New York (Premio Bagutta 1959), Un gran bel viaggio (ripubblicato da Endemunde nel 2013), Settimana nera e, postumo, Curriculum mortis, di prossima pubblicazione, sempre per i tipi di Endemunde.