“Attento, qualcuno ti vuole morto…”


12.00


DOPO “LE FINESTRE SUL CONFINE” NUOVA INCHIESTA PER L’AVVOCATO DETECTIVE


In una notte fredda e
piovosa un’ombra
armeggia sulla lapide di
una tomba. Perché proprio
quella? Con quale intento?
Per conto di chi? E cosa
simboleggia l’oggetto
d’acciaio lasciato sul fondo
della bara disseppellita e
spogliata dei poveri resti?
Parte dal mistero della salma
trafugata d’un bambino,
morto in drammatiche
circostanze quindici anni
prima, la catena di
intimidazioni e ricatti che, in
una cittadina di frontiera,
tiene sulle spine due ricche
famiglie non proprio
irreprensibili.
Per scoprire autore e
mandanti della profanazione,
Alberico d’Aubry,
settantenne avvocato
gentiluomo e il suo
assistente cambogiano si
calano in una realtà intessuta
di scaltrezze e omertà, giochi
sporchi e rancori, rimorsi e
pittoresche infedeltà
coniugali. Al punto che in paese c’è chi li vorrebbe eliminare. Finché il vortice di
minacce sfocia in una tempesta d’inaudita crudeltà. Solo le intuizioni
dell’investigatore riusciranno a bloccare in extremis gli ingranaggi di un progetto
criminale orchestrato con diabolica efficacia.
Ambientato in un futuro vicinissimo e assai verosimile, con l’Italia uscita dall’euro e
infiammata da nuovi egoismi, anche quest’ultimo thriller di Garbarino guida il
lettore tra enigmi, mezze verità e colpi di scena fino a un doppio, sorprendente
finale.
 


 

Andrea Garbarino ha lavorato come giornalista in quotidiani e periodici nazionali.
Ha pubblicato Luz (2006), Gli appartati (2010), I giorni in fila (2013) e Le finestre sul confine (2016),
romanzo di esordio dell’avvocato d’Aubry nell’inchiesta sui loschi maneggi d’una ereditiera tra
la Valchiavenna e l’Engadina.


 


http://www.endemunde.it/products-page/titoli-endemunde/zero/