Chi siamo

Endemunde Edizioni nasce nella primavera del 2012 con l’idea di offrire piccoli saggi e romanzi densi di sostanza capaci di incuriosire, emozionare, sosprendere, dando voce a pensieri forti sulle disuguaglianze sociali ed economiche e sulle tante libertà dimenticate o svendute del terzo millennio.
Per l’originalità delle tematiche, la grazia, la delicatezza, a volte il candore con il quale si schiudono al lettore, le pagine scelte da Endemunde vogliono suscitare il vero piacere della lettura, quello che ognuno di noi ha provato da ragazzo, quello che porta lontano e regala un raro senso di ossigenazione, di meraviglia, di arricchimento interiore.
Ai testi di riflessione e di narrativa delle sue collane, Endemunde affianca Emergency Exit, dedicata a una serie di “istruzioni per l’uso della vita”, scritte da autori contemporanei in chiave ironica e disincantata.

Endemunde è un vocabolo curioso, che non si trova su alcun vocabolario. Evoca un luogo nordico e soprattutto un mondo, un modello, che sta per tramontare. Come tramontano imperi, città, modi di vivere: Ende Munde. Il nostro mondo di oggi. Quello esausto del capitalismo finanziario, degli ultimi, dei diseredati, dei nuovi poveri che non trovano ascolto. Il mondo dell’agonia della natura. Il mondo della volgarità transnazionale, che si nutre delle identiche porcherie globali, in grado di abbattere in pochi mesi culture che hanno resistito per millenni.
Tipico delle fasi di declino è la crescente baraonda che precede i naufragi. Ed è questo il concetto rappresentato nel marchio della casa editrice: un pianeta aggrovigliato, dal quale un uomo leggiadro, libero, sembra voler prendere il volo.
Grazie anche alla lettura.